LA POLVERE SOTTO IL TAPPETO. GIORDANO (M5S): “LA SALUTE DEI CITTADINI NON
VENGA MESSA IN SECONDO PIANO”.

Il gruppo consiliare M5S Genova questa mattina, durante la commissione
congiunta per la demolizione e ricostruzione del ponte Polcevera,
commissione richiesta ed ottenuta proprio dai pentastellati con una mozione
approvata in consiglio comunale, ha denunciato la situazione critica legata
all’inquinamento da polveri del cantiere del ponte.

“Abbiamo ricevuto centinaia di situazioni da parte dei residenti di Via
Fillak e Via Porro ed abbiamo fatto semplicemente il nostro lavoro di
portavoce eletti, riportare queste segnalazioni nei luoghi istituzionali
per renderli noti e porvi rimedio”. Così Stefano Giordano – consigliere
comunale M5S – spiega il proprio intervento di questa mattina. “Nessuno
vuole fare allarmismo tantomeno strumentalizzazione politica di alcun tipo.
Siamo tutti consapevoli dell’importanza che i lavori di demolizione e
ricostruzione procedano speditamente, ma questo non può prevalere in alcun
modo sulla salute dei cittadini e residenti che vivono quotidianamente
accanto al cantiere”.

“Dalle rivelazioni della quantità di polveri nell’aria effettuate –
aggiunge Fabio Alfarone consigliere municipale M5S in Centro Ovest – ci
sono stati regolarmenti sforamenti importanti dei limiti di legge a Giugno,
Luglio ed Agosto, anche per cinque o sei giorni consecutivi, come si è
visto dalla relazione che abbiamo presentato questa mattina. Ci sono
famiglie e bambini costretti a vivere e giocare in mezzo a nubi di polveri
con l’aria che diventa talvolta irrespirabile. Non possiamo ignorare questa
situazione e dobbiamo necessariamente far si che la costruzione del Ponte
proceda speditamente rispettando al contempo la salute dei residenti della
cosìddetta zona rossa.”