Nonostante i recenti sviluppi delle indagini sul crollo di Ponte Morandi, dai quale emergerebbe che alcuni dirigenti di autostrade avrebbero modificato i rapporti riguardanti lo stato di salute e di manutenzione di altri viadotti, anche dopo la tragedia del 14 Agosto 2018,  oggi l’ordine del giorno proposto dal MoVimento 5 Stelle che chiedeva  all’amministrazione comunale di Genova di attivarsi presso il Governo per sollecitare la revisione, fino alla possibile revoca, delle concessioni ad Autostrade per l’Italia del gruppo Benetton è stato votato e respinto dalla maggioranza di Bucci.

Articolo da: Il Secolo XIX
Falsi report sui viadotti dopo il crollo del Morandi, arresti e perquisizioni

https://www.ilsecoloxix.it/genova/2019/09/13/news/falsi-report-sui-viadotti-dopo-il-crollo-del-morandi-arresti-e-perquisizioni-1.37457520

“Quanto accaduto oggi in Aula è semplicemente vergognoso, un vero insulto alle famiglie delle 43 vittime del crollo. Evidentemente al Sindaco Bucci  (forse su impulso del Governatore Toti?) – dice Luca Pirondini capogruppo M5S Genova – non bastano le notizie che stanno emergendo dalle indagini in corso e che fanno rabbrividire:  probabile falsificazione dei rapporti sullo stato di manutenzione di Ponte Morandi, probabile falsificazione di altri rapporti su altri viadotti, come il Pecetti sulla A26, anche dopo la tragedia del 14 Agosto 2018.
A Bucci ed alla sua maggioranza non bastano le intercettazioni telefoniche dove emerge un quadro sconcertante con gli indagati che con disinvoltura parlavano di come  modificare le relazioni tecniche «in spregio alle loro finalità di sicurezza”

“Oggi – conclude Pirondini – abbiamo chiesto a questa amministrazione un atto di giustizia nei confronti delle vittime di Ponte Morandi, abbiamo chiesto che ci si impegnasse per far si che la revisione ed eventualmente la revoca delle concessioni proceda senza intoppi, ma davanti ad un atto concreto che la politica può fare, che non sia presenziare alle commemorazioni o alla  proiezione del film su Ponte Morandi per dire due frasi retoriche e di circostanza, la maggioranza Bucci ha gettato la maschera, votando per salvare Autostrade.”

Video della lettura dell’ordine del giorno e  votazione (da 0:30)